Stivali caldi e pelosi…la mia passione

Oggi dopo tanto tanto tanto tanto tanto tempo e’ arrivato il freddo polare artico Brrrrrrrr.Erano mesi che per fortuna non pativo un freddo gelido cosi! Oggi e’ finita la pacchia.

Sara’ forse che ci avviciniamo a Natale e non essendo propriamente residenti in Australia con il Natale di solito arriva Babbo Natale, le Renne,i regali, la Befana e la neveeee!!!!coco

Ecco si La neve non si e’ fatta attendere il Nord Italia e’ imbiancato e mia impressione e’ che imbiancherà anche il centro, il sud, le isole e il freddo glaciale non ci abbandonera’ fino a Aprile quando i primi caldi faranno capolino… sara’ che sono nata ad Aprile e che l’energia di nascita mi accompagna ma non vedo l’ora che ritorni la primavera… figuriamoci ancora non e’ iniziato l’inverno io non vedo l’ora che finisca.

ugg-viola-col-fiocco.jpg

Come avrete capito non sopporto il freddo cosi tutti gli anni le mie scarpe preferite sono quei fantastici stivali Australiani di pelo Ugg. Vi stupirà scoprire (o forse no?) che l’origine del nome “Ugg” sembra essere l’abbreviazione di “ugly”, cioè brutto. In effetti si tratta di calzature che vengono tradizionalmente usate da lungo tempo in Australia, dove il termine “ugg” non indica un brand specifico, ma un tipo di stivaletto in pelle di pecora, usato comunemente fin dai primi anni ’30 del secolo scorso, principalmente da contadini che volevano tenere i piedi al caldo. Sono gli stivali più cool del momento, un fenomeno seguito in tutto il mondo. L’idea originale, però, nasce da un’esigenza concreta: la ricerca di una calzatura pratica che permettesse ai surfisti di scaldarsi i piedi fuori dall’acqua. Pelle di montone cucita a mano e una suola: il rimedio ideato dall’australiano Brian Smith nel 1978 fu rapido e geniale, subito apprezzato anche dai giovani di Sidney come segno di moda anticonformista. Importato negli States dalla californiana Deckers, gli stivali Ugg diventano una tendenza nei backstage dei set cinematografici di Hollywood, apprezzati dalle attrici perchè comode calzature, da indossare tra un ciak e l’altro. Oprah Winfrey  li battezza prodotto “love” del secolo, contribuendo così all’incredibile successo del brand nel mondo della moda.
Le celebrities d’oltreoceano, prima fra tutte Kate Moss, furono subito conquistate, e ovviamente le vendite decollaronovertiginosamente: gli UGG erano l’oggetto del desiderio di tutte le modaiole, e non tardarono a sbarcare anche in Europa e imporsi come must have assoluto. Con il passare del tempo, sono state lanciate linee da uomo, per bambino, nuovi modelli e fantasie, e anche collaborazioni con i grandi nomi della moda, come ad esempio Jimmy Choo. Sicuramente, gli UGG hanno il vantaggio di essere caldissimi, e se chiedete a chiunque ne possieda almeno un paio, vi sentirete subito raccontare quanto siano morbidi e confortevoli. Possono essere indossati con un jeans a sigaretta o skinny infilato all’interno, oppure con i leggins, o ancora con una gonna e collant opachi, meglio ancora se con anche un calzettone di lana tono su tono che spunta appena dal bordo.

Ho perennemente freddo e questi stivali mi tengono i piedi caldi ,cosi per non essere per tutto l’inverno un ghiacciolo li porto da mattina a sera con abiti sportivi ed eleganti.

Li compro per tutti marito compreso, le mie bimbe ne hanno 2 paia per ciascuna e se ci fossero li prenderei anche per i gatto! Oggi ho scoperto il paio di MOU ( marca concorrente agli Ugg) di mia figlia macchiati irrimediabilmente perché’ lei li usa sempre anche per i lavoretti in giardino GRRRRRR!!!!! Ho passato tutto il pomeriggio in un opera di restauro titanica, ora sembrano invecchiati ma almeno le macchie sono sparite… tutte o quasi ne e’ rimasta solo 1 in pieno centro davanti, proprio dove non doveva essere!

Sembra che l’inventore  degli Ugg non abbia ricevuto piu’ di 10.000 sterline per il brevetto da una multinazionale americana che adesso ha i diritti di produzione mondiale, ma lui surfista australiano dice di essere stato felice cosi del resto ha 3 paia di stivali garantiti a vita!!! Come rinunciarci una volta che li provi non te ne puoi piu’ separare e i miei piedi freddolosi lo ringraziano di cuore per averli inventati.
Pensate che io il mio paio lio ho gia sotto l’albero, mio marito con il piede rottissimo ha telefonato a tutti i negozi di Roma e poi e’ andato zoppicante a prenderli , solo per rendermi felice e anche questo Natale ricevero’ quello che ho tanto desiderato un meraviglioso paio di UGG Bailey Bow II Neri da aggiungere alla mia collezione.

Ti adoroooooooo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...